La storia

LE ORIGINI

Il Corpo Bandistico sorto nel 1907 per volontà di Don Pietro Troncatti è la più antica Associazione culturale di Borgosatollo.

Diretta alla sua nascita prima dal Maestro Cherubini e successivamente dal Maestro Flaminio Bodei per il perdurare delle due guerre mondiali ebbe inizialmente risultati altalenanti.

Maggiori riconoscimenti arrivarono dopo la seconda guerra mondiale sotto la direzione del Maestro borgosatollese Pietro Coccoli, che fu l’artefice di grandi successi in concorsi provinciali.

Dagli anni settanta, sino al 2007, sotto la direzione del Maestro Giuseppe Sottini che ha dedicato oltre 50 anni alla nostra associazione, vistoso è stato il rinnovamento nell'organico e nei programmi, tutto cio' ha portato il nostro Corpo Bandistico ad esibirsi in importanti manifestazioni culturali: nel 1992 in Friuli ed a Canicattini Bagni (Siracusa) invitato a partecipare al festival nazionale di Bande tra i più noti, nonchè a Montbeillard in Francia.

 La nostra Associazione, in collaborazione con il Gruppo corale Mondial folk, ha offerto un Concerto di musiche Verdiane in occasione dell’ anniversario della scomparsa di Giuseppe Verdi sia nel 1981, 1991 e 2001 ed ha avuto  l’onore (come del resto nel 1991) di esibirsi nel giugno del 2001 in Piazza Verdi a Busseto nell’ambito delle celebrazioni Verdiane con l’alto patrocinio del comitato ufficiale del centenario Verdiano.

Negli ultimi decenni ha inoltre riscosso positivi consensi nei Concorsi Nazionali a cui ha partecipato aggiudicandosi più volte il II° e I°premio  nel : 1987, 89, 91, 99 e 2001 al  Concorso Nazionale di Brescia. Nel 2001 il  III° premio Cat unica al Concorso di Cascina (Pisa) e nel 2005 la partecipazione al Concorso Internazionale di Riva D/G II^ cat. con il miglior punteggio delle bande bresciane e lombarde partecipanti.

L'attuale Presidente Remo Pelizzari nelle fila della banda da oltre 40 anni , è anche responsabile  della direzione dei servizi civili, religiosi e istituzionali.

Dal settembre del 2007 la nostra Associazione è stata diretta dai maestri Franco Puliafito e Valentina Mantovani. Da settembre 2009 la direzione è stata affidata unicamente al maestro trentino, compositore di fama internazionale: Franco Puliafito, sotto la sua direzione nel settembre del 2010 la nostra associazione ha partecipato alla giornata di classificazione conquistando la categoria superiore, unica nel panorama bresciano e con poche pari a livello nazionale.

La scuola di musica e la banda giovanile dedicate alla memoria di Beppe Chiaf (giovane e virtuoso strumentista tragicamente scomparso nel 2011) vera linfa vitale della nostra Banda sono dirette dal M° Davide Sottini  e contano oramai più di cento allievi.

Numerose le prestigiose collaborazioni in stages e concerti con musicisti e direttori del calibro di: Fulvio Creux (2009), Andreé Waignein (2010), Josè Rafael Vilaplana (2014) Ronald Johnson (2015) e con i solisti di fama internazionale come Gianni Alberti,  Paolo De Gaspari, Mario Ciaccio e Anca Vasile.

L’esperienza musicale più importante dell'ultimo decennio è stata sicuramente quella con il maestro olandese  Hardy Mertens, uno dei massimi compositori mondiali, che è stato presente più volte a Borgosatollo nel 2009, 2010, 2012 e 2013. Nel 2016 il M° Mertens è stato insignito della cittadinanza onoraria dal nostro Comune per l'impegno e la vicinanza costante alla nostra associazione.

Nel 2013 la nostra associazione ha partecipato al Concorso più importante al mondo il WMC di Kerkrade,  lo splendido risultato: I° premio e medaglia d'oro nella seconda categoria, è stata un'esperienza unica che ha portato Borgosatollo nell'olimpo della musica internazionale.

Il progetto "Brescia città della musica" è l'evento più importante delle ultime stagioni musicali, ha visto la nostra associazione  produrre  un DVD registrato presso i principali ambienti e monumenti di Brescia: un vero onore per la nostra Banda.

Tra i tanti progetti degli ultimi anni spicca l'esecuzione integrale nella tonalità originale della Sinfonia nr. 9 Dal Nuovo Mondo di A. Dvorak che ha avuto come cornice il Teatro Sociale di Brescia nel dicembre 2019.